NEWS E VIDEO

condividi

12 aprile 2017 10 consigli per affrontare la vostra gara

10 consigli per affrontare la vostra gara

La Maratona di Padova si avvicina ma quelli che vi diamo sono trucchi validi per ogni competizione, dalla sera prima della partenza al taglio del traguardo.

1) A letto presto. Se la competizione si svolge in una località diversa dalla vostra non cadete nella trappola del turista, non passate il giorno precedente alla gara a girare per musei né trascorrete la serata tra ristoranti e locali. Riposatevi e andate a letto presto, al massimo per le 21.30, non lasciatevi distrarre!

2) Studiare il percorso. La cosa giusta da fare il giorno precedente al grande evento è invece quella di recarsi sul luogo della gara e seguirne l’itinerario, valutare di persona le salite, lo stato del terreno e tutte le caratteristiche che possono metterci in difficoltà durante la corsa.

3) Alzarsi presto. La mattina della gara puntate la sveglia prima del solito, per darvi il tempo di fare tutto con la massima calma, dall’ultimo controllo della sacca e di tutto il materiale necessario, a qualche minuto di meditazione o relax per distenere i nervi e sciogliere un po’ l’inevitabile tensione.

4) Il pieno di energia. Tre ore prima dell’inizio della gara fate una bella colazione, niente di diverso dal solito ma assicuratevi che sia leggera ed energetica.

5) Il giusto abbigliamento. Vietati abiti e scarpe nuovi: le gare vanno affrontate con un abbigliamento già testato sulle lunghe distanze, con il quale vi trovate comodi e a vostro agio.

6) L’importanza del riscaldamento. Non fatevi bastare i pochi minuti di attesa prima della gara per fare un po’ di stretching, il tempo guadagnato svegliandovi presto usatelo anche per fare un bel riscaldamento adeguato allo sforzo che andrete a compiere.

7) Tempo di correre. E siamo arrivati alla partenza. La prima cosa da fare è trovare il proprio ritmo e dopo averlo individuato rallentare di qualche secondo in modo tale da resistere il più a lungo possibile, incrementando lentamente la velocità.

8) Bere anche senza sete. Poco, magari, un sorso, ma è bene approfittare di ogni punto ristoro che si incontra lungo il percorso, di solito ogni 5 km. Bere costantemente è importante per non arrivare ad avere sete durante lo sforzo e andare in deficit di liquidi.

9) Lo sprint finale. Se avete incrementato la velocità nel modo giusto durante tutta la gara, non dovreste fare troppa fatica per l’ultimo sforzo. Ovviamente si tratta di un momento particolarmente difficile perché vi sembrerà di stare dando già il massimo, ma se avete gestito bene la corsa sarà solo stanchezza, superabile con tanta volontà. Certo non è una tecnica che si può improvvisare all’ultimo, bisogna essere ben allenati, ma se siete arrivati fin qui siamo sicuri che sarete prontissimi per affrontare ogni difficoltà! 

10) Il taglio del traguardo. La gara è finita, ma non fermatevi appena superato il traguardo: per vivere meglio il recupero post gara, continuate a correre lentamente qualche minuto e riservate un po’ di tempo a uno stretching leggero. E poi andate a festeggiare: avete vinto, qualsiasi tempo o posizione abbiate raggiunto, siete arrivati fino in fondo, ce l’avete fatta!

COMMENTA L'ARTICOLO

Per lasciare un commento devi essere registrato all'area ALÍ & YOU

ENTRA     REGISTRATI


COMMENTI 0

Nessun commento.