NEWS E VIDEO

condividi

12 marzo 2018 Aria pura tra le pareti di casa, come fare?

Aria pura tra le pareti di casa, come fare?

Polveri, muffe e agenti inquinanti si nascondo anche tra le mura domestiche. Correre ai ripari però è semplice ed economico

Pensando all’inquinamento vengono alla mente immagini di strade affollate di auto e relativi gas di scarico, sigarette accese e ciminiere fumanti. Situazioni estreme, insomma. In realtà, polveri e muffe galleggiano bellamente nell’aria delle nostre stesse case. È una situazione assolutamente normale che spesso si risolve areando le varie stanze ogni giorno per qualche minuto in modo da garantire il giusto riciclo dell’aria. Una soluzione certo semplice ma non l’unica possibile per assicurarsi davvero un ambiente salubre nel quale vivere ogni giorno, per il benessere nostro e delle nostre famiglie.

Esistono ad esempio strumenti elettronici che rilevano il livello di inquinamento domestico aggiornandoci direttamente sullo smartphone e permettendoci di correre ai ripari quando la situazione si fa critica, ma anche purificatori e filtri che depurano e ossigenano l’aria che respiriamo tra le mura di casa. Prima di pensare a questi acquisti importanti possiamo però provare a mettere in atto delle semplici strategie fai-da-te. A partire dal problema muffa, da non sottovalutare mai, anche se si tratta di semplici macchioline. La macchiolina infatti da una parte può essere sintomo di umidità eccessiva e ambienti troppo chiusi, situazioni che portano a respirare un’aria ricca di germi e stagnante, dall’altra le spore prodotte, anche se in minima quantità, entrano comunque in circolo nel nostro organismo portando spesso a sviluppare allergie e asma. Importantissimo in questo senso pulire regolarmente i filtri dei condizionatori, soprattutto in questo periodo in vista della prossima estate.

Da valutare anche i prodotti che utilizziamo, a partire da quelli per detergere fino ai materiali utilizzati per ristrutturare o fare piccoli lavoretti: dal detersivo alla vernice alla colla per il parquet, insomma. In tutti questi casi sarebbe opportuno scegliere prodotti atossici, magari biologici, il più possibile naturali e liberi dalle componenti chimiche meno sicure. Per le pulizie di casa in particolare mai dimenticare il potere del magico terzetto bicarbonato, aceto e limone!

E poi ci sono le piante. Negli anni ’80 la NASA ha condotto uno studio atto proprio a identificare le piante da appartamento che potessero aiutarci a mantenere l’aria pulita. Tra queste, ad esempio, molto efficace contro la formaldeide spesso presente nei prodotti per la casa e nella carta igienica è la Lingua di Suocera; buone capacità purificanti le ha anche l’Aloe Vera dalla quale ricavare pure un estratto utile contro scottature e tanti altri fastidi; e ancora la Dracena, l’Azalea, il Photos (qui l’elenco completo)… tutte piante che rendono la nostra casa più sana ma anche più bella.

COMMENTA L'ARTICOLO

Per lasciare un commento devi essere registrato all'area ALÍ & YOU

ENTRA     REGISTRATI


COMMENTI 0

Nessun commento.