Prova l'App Alì

Gratis nell'App Store

NEWS E VIDEO

condividi

3 gennaio 2020 Arriva la Befana!

Arriva la Befana!

Scopriamo insieme tanti modi diversi e curiosi per festeggiare la Befana nelle città venete.

“L’Epifania tutte le feste porta via”, recita il classico detto popolare. L’appuntamento con l’ultima festività del filotto che inizia con il Natale per continuare poi con il Capodanno è uno dei più sentiti in Veneto, con tante feste diverse dedicate ad una delle figure più amate nell’immaginario collettivo.

La Befana, conosciuta da noi anche con l’affettuoso epiteto di “Vecia”, è infatti attesissima da grandi e bambini, e non solo perché nella sua mitica calza siamo abituati a trovare ogni tipo di golosità e dolciumi: dai prodotti semplici della tradizione contadina (mandarini e “straccaganasse”), ai cioccolatini e ai dolcetti più prelibati.

Vediamo insieme allora una mappa delle tante feste tradizionali che si celebrano in Veneto per salutare l’arrivo della Befana.


UNA BEFANA “IN GIALLO” A VICENZA

Apriamo le danze con le nostre proposte per l’epifania con una evento decisamente particolare. Il 5 gennaio al Museo Naturalistico Archeologico di Vicenza (Contrà S. Corona 4) infatti i bambini dai 6 ai 12 anni potranno partecipare al laboratorio “Detective al Museo: Missione Befana”! Dalle 15.00 alle 16.30 i ragazzi potranno scatenarsi alla ricerca della Befana, aiutati da indizi e rompi capo, girando tra le sale del museo osservando i reperti della sezione naturalistica ed archeologica. Alla fine dell’avventura si riuscirà a scoprire la mitica Befana? Per saperlo dovrete aspettare il 5 gennaio.

Quota di partecipazione: € 5,00 a ragazzo (massimo 20 partecipanti). Iscrizione obbligatoria entro le ore 18 del giorno precedente l’attività. Info e prenotazioni 349/1364173 oppure scatolacultura@gmail.com


APPUNTAMENTO CON IL “PANEVIN” A TREVISO

Appuntamento fissato per domenica 5 gennaio nell’area festeggiamenti di Soligo (Treviso) con il Panevin, il tradizionale falò propiziatorio che nelle campagne venete si accende la sera della vigilia dell’epifania da tempi antichi.

Nella grande pira di legna e frasche si brucia la “vecia”, un fantoccio che rappresenta l’anno vecchio, e la festa è rallegrata dalla “pinza”, il tipico dolce locale, e un caldo “vin brulè”.


FESTA IN PIAZZA MONSELICE

Monselice (Padova) l'Epifania si festeggia il 6 Gennaio con un doppio evento di piazza: si comincia alle 14.30 in Piazza Vittoria con l’arrivo della Befana e la distribuzione delle tradizionali calze. Alle 17.30 poi ci si sposta al Campo della Fiera dove verrà acceso il tradizionale “Falò dea Vecia”. Ecco il programma dettagliato della giornata: 14:30 arrivo della Befana alla “Casetta della Befana” in Piazza. Dalle 15:00 alle 17:00 giochi e animazione per bambini. Alle 16.00 ci sarà l’estrazione del vincitore del “Concorso di Natale”, mentre nella Chiesa di S. Giacomo sempre alla stessa ora si terrà il Concerto Coro San Martino di Monselice diretto dal maestro Luca Romani e del Coro San Martino della Comunità di Torre (Croazia). Alle 17:30 gran finale al Campo della Fiera con il falò della “vecia”.


“BRUSA LA VECIA” E BEFANA DEL VIGILE A VERONA

Anche a Verona la sera del 6 gennaio si festeggia l’Epifania in piazza, naturalmente nella stupenda Piazza Bra. Ad aspettare turisti e curiosi ci sarà un enorme pupazzo alto più di 10 metri, la tradizionale “vecia”, che verrà accesa alle 18.00. Il tradizionale rogo della “vecia” fatta di legna stracci e fascine rievoca l'antico rito dell'epifania nella tradizione popolare, rito di passaggio dal vecchio al nuovo anno, di scongiuro contro i malefici e di propiziazione del bene. 

Fin dalla mattina inoltre Piazza Bra sarà animata da feste, giochi e rappresentazioni, come la tradizionale rievocazione dell’arrivo dei Re Magi sotto alla Stella Cometa. Sempre al mattino, e sempre in Piazza Bra, ci sarà la possibilità di partecipare alla Befana del Vigile, una manifestazione di beneficenza con raccolta di prodotti alimentari e doni per i più bisognosi e sfilata di automobili d'epoca