NEWS E VIDEO

condividi

2 gennaio 2018 Aspettando la Befana in Veneto

Aspettando la Befana in Veneto

Il giorno dell’Epifania in tutta la regione si festeggia al fuoco dei falò, bevendo vin brulè e mangiando la “pinsa”. Ma non solo…

Della festa religiosa legata all’arrivo dei Re Magi alla capanna di Gesù probabilmente sappiamo già tutto, meno nota è forse la storia della vecchina che viene proprio nella notte tra il 5 e il 6 gennaio a infilare dolci nelle calze dei bambini. Pare che proprio i Re Magi, nel loro cammino, incontrarono lungo la strada questa anziana signora alla quale chiesero aiuto, ma lei glielo negò. Salvo poi pentirsene e cercare di raggiungerli con un carico di dolci. Non trovandoli, non le restò altro che bussare a ogni porta e regalare i suoi dolciumi a tutti i bambini che incontrava.

Di origine contadina, invece, la tradizione dei falò dell’Epifania. La Festa della Befana, infatti, arriva in un periodo critico per la vita in campagna: il clima di questi giorni influenza molto la crescita delle sementi appena piantate. Nella tradizione contadina, dunque, il falò viene usato per vedere, seguendo l’orientamento del fumo, da che parte tira il vento e quindi come proseguirà la stagione: se il fumo muove verso sud o est significa che a spingerlo è un vento umido che porta piogge, e di conseguenza un raccolto abbondante. Ma quello del falò è anche un gesto scaramantico, con le fiamme che si portano via l’anno vecchio per dare il benvenuto al nuovo.  

Tra i falò più suggestivi ai quali partecipare c’è sicuramente quello di Piazza Brà a Verona, con l’enorme Befana costruita ad arte dalle migliori maestranze locali. Ma la tradizione si ripete un po’ in tutte le città, grandi o piccole che siano, arricchita da altri appuntamenti. Come a Treviso, dove in Piazza Berto l’arrivo della Befana sarà accolto da spettacoli di artisti di strada, mentre presso il Teatro Astori si terrà il Concerto dell’Epifania a ingresso libero.

Nelle piazze del centro storico di Vicenza dal 4 al 6 si tengono il Mercato dell’Epifania e la Fiera dell’Artigianato. A Padova, di rito la grande manifestazione in Prato della Valle, che però quest’anno si tiene il 5 gennaio, mentre il 6 potrebbe essere l’occasione giusta per scoprire il Precinema, presso il quale assistere a uno spettacolo dedicato a grandi e bambini che vede protagonista una lanterna magica originale che proietta storie e sogni meravigliosi (gradita la prenotazione).

Ancora spettacoli a Rovigo e in provincia: mentre nel capoluogo si festeggia già da oggi e fino al 6 con il Mercatino della Befana in piazza Vittorio Emanuele II, a Trecenta il 5 gennaio a teatro va in scena Cenerentola, con uno spettacolo a misura di bambini. Per chi non cede alla pigrizia neanche sotto le feste, in provincia di Belluno, a Pedavena, il 6 gennaio si svolge la Corsa della Befana, con i partecipanti tutti rigorosamente agghindati da Befane! Con i costumi di rito scendono “in campo” anche i canottieri protagonisti della Regata delle Befane di Venezia, che si sfidano come ogni anno nelle acque del Canal Grande.

COMMENTA L'ARTICOLO

Per lasciare un commento devi essere registrato all'area ALÍ & YOU

ENTRA     REGISTRATI


COMMENTI 0

Nessun commento.