NEWS E VIDEO

condividi

19 luglio 2017 Contro la ritenzione idrica? Acqua, frutta e mare

Contro la ritenzione idrica? Acqua, frutta e mare

La prova costume è dietro l’angolo e noi ci sentiamo appesantiti, a disagio. È una sensazione comune a molti, e spesso non è un problema di sovrappeso ma di liquidi in eccesso. Scopriamo insieme come liberarcene.

Che sia colpa dello scarso movimento durante l’inverno, di un’alimentazione troppo carica di sodio o dell’uso di alcuni farmaci, fatto sta che al momento di scoprire gambe, glutei e pancia spesso ci sentiamo terribilmente gonfi. Colpa della ritenzione idrica, un accumulo di liquidi nello spazio extra cellulare che tende a peggiorare proprio d’estate. La dieta intesa come generico regime alimentare restrittivo spesso non risolve il problema, ma non c’è da disperare. Anzi, la soluzione al problema potrebbe essere più semplice di quanto immaginiate.

Prima di tutto sono fondamentali due accorgimenti: tagliate il sale e bevete di più. Per quello che riguarda il sale, non basta eliminarlo dal condimento dell’insalata o nella preparazione di una ricetta: per contenere l’apporto di sodio al nostro organismo va limitato anche il consumo di formaggi, prodotti confezionati e inscatolati, patatine, snack e prodotti da forno. Sì, è un piccolo sacrificio, ma può essere limitato nel tempo giusto il necessario per liberarci dal gonfiore. Questi tagli vanno compensati con l’aumento di liquidi, acqua certamente, ma anche acque aromatizzate o tisane. Quali sono le più indicate? Particolarmente drenanti risultano essere quelle a base di betulla e finocchio, pilosella ed equiseto, ortosifonide e centella asiatica, peduncoli di ciliegio e the verde, e ancora gramigna e ippocastano. Molto efficace anche la linfa pura estratta dalla betulla bianca, che oltre a drenare aiuta a riequilibrare i sali minerali.

Per quello che riguarda i pasti veri e propri, invece, dovrebbero arricchirsi di frutta e verdura. In particolare ananas, dissetante e drenante, anguria, composta pressoché totalmente di acqua, cetrioli che depurano i reni e liberano l’organismo dalle tossine, cipolle, che grazie ai flavonoidi svolgono un’azione diuretica, e ancora lattuga, mele e soprattutto ciliegie e frutti rossi a volontà. E se non dovesse ancora bastare si può intervenire con un integratore a base di estratti dai semi dell’uva o dalla corteccia del pino marittimo che agendo sulla circolazione agevolano il drenaggio dei liquidi.

Ultimo consiglio, quando arriverete al mare, dedicate almeno una mezz’ora al giorno a una rilassante passeggiata con le gambe immerse nell’acqua: non solo il sale marino agisce naturalmente sul gonfiore, ma con il movimento l’acqua stessa esercita una sorta di massaggio sul corpo, tonificandolo e stimolando l’eliminazione dei liquidi in eccesso.

COMMENTA L'ARTICOLO

Per lasciare un commento devi essere registrato all'area ALÍ & YOU

ENTRA     REGISTRATI


COMMENTI 0

Nessun commento.