NEWS E VIDEO

condividi

27 dicembre 2017 E dopo le feste… è tempo di tisane digestive!

E dopo le feste… è tempo di tisane digestive!

Ci aiutano a sgonfiarci e digerire, ci rilassano e ci scaldano. E poi ce ne sono per tutti i gusti. Scopriamo insieme le più buone e utili in questi giorni di eccessi alimentari

Sorseggiate al termine di una cena impegnativa, al posto del caffè, prima di andare a dormire o ancora, perché no, prima del pasto, le tisane alle erbe sono ottime alleate della nostra salute. A seconda della materia prima scelta, infatti, possono aiutarci a stimolare una digestione lenta, ma anche a sgonfiare l’intestino, combattere la pesantezza di stomaco e allentare le tensioni addominali. Un uso regolare di questi prodotti, soprattutto in un periodo delicato come quello natalizio, può davvero essere di grande conforto per il nostro organismo, sempre senza esagerare. È d’obbligo, infatti, sottolineare che, nonostante si tratti di prodotti naturali, un utilizzo eccessivo è sempre sconsigliato, e in alcuni casi particolari – come durante la gravidanza o nel caso si assumano specifici medicinali – è meglio consultare il proprio medico per capire verso quale prodotto orientarsi e in che misura assumerlo.

Detto questo, quello delle tisane resta un mondo ampio e ricco da esplorare, un tripudio di aromi da scegliere in base al nostro gusto, ma soprattutto alle nostre esigenze. A partire dal dilemma che impone di scegliere tra bustina preconfezionata o foglie sfuse (ma anche polveri o radici, a seconda dell’ingrediente scelto). Il problema è però facilmente risolvibile: ognuno è infatti libero di scegliere la forma che trova più comoda da usare e più adatta al proprio stile, perché le differenze in termini di efficacia non sono poi così grandi. Lo stesso vale per quello che riguarda la questione zucchero: aggiungerlo o no, o ancora preferire il miele, sono scelte del tutto personali, fermo restando che con gli zuccheri è sempre meglio andarci piano. Più complesso ovviamente scegliere il giusto aroma.

Partiamo quindi con un grande classico della buona digestione, la salvia, il cui nome deriva non per nulla dalla parola latina “salus”, ovvero salute. La tisana alla salvia favorisce le secrezioni gastriche e può essere impiegata sia in maniera preventiva sia come trattamento a un disturbo in atto, inoltre aiuta a lenire il nervosismo, spesso causa di problemi intestinali.

Rinfrescante e molto piacevole è pure la tisana alla menta, che a fine pasto favorisce la digestione riducendo inoltre la formazione di aria nell’apparato digerente. Può poi essere utile a lenire i mali di stagione (nell’attesa che si raffreddi abbastanza da poter essere bevuta, si può persino approfittare dei suoi vapori per fare utili suffumigi!). Per il profumo intenso e l’effetto benefico sulla digestione, la menta viene utilizzata anche per combattere l’alitosi. Simili gli effetti della liquirizia, e in effetti i due ingredienti si trovano spesso associati nella stessa tisana che risulterà particolarmente aromatica ed efficace.

Tra le coppie di materie prime che meglio si sposano se infuse nell’acqua calda ci sono anche zenzero e limone o zenzero e cannella. L’elemento in comune, ovvero lo zenzero, è noto per la sua capacità di stimolare il metabolismo e smorzare il senso di fame, dunque è particolarmente efficace se assunto regolarmente al mattino o a metà pomeriggio, mentre dopo i pasti aiuta a regolare le funzioni intestinali. L’aggiunta di limone accentua queste proprietà, e aiuta a ridurre le tossine accumulate nel tratto intestinale; da parte sua la cannella è particolarmente indicata per la sua capacità di metabolizzare i grassi. Ovviamente si tratta di tisane ottime anche in caso di influenza per il loro potere disinfettante e per il carico di vitamina C che portano con sé.

E cosa dire del finocchio, famoso per la sua capacità di assorbire i gas intestinali, o del carciofo, che agisce in modo benefico sul fegato stimolandone le funzioni, e ancora l’anice che riduce la fermentazione intestinale? Insomma, le alternative sono tante (qui un elenco completo), tutto sta nel trovare la tisana più adatta alle proprie esigenze. E voi avete già scelto la vostra preferita?