NEWS E VIDEO

condividi

19 aprile 2017 La “Maratona del Santo” diventa maggiorenne!

La “Maratona del Santo” diventa maggiorenne!

Storia, curiosità e percorso della competizione più attesa dell’anno.

Una splendida città chiusa al traffico, e già questo potrebbe bastare per amare la maratona. Centinaia di volontari impegnati affinché tutto sia perfetto e si svolga in sicurezza. E poi c’è l’energia, quella dei protagonisti della gara e quella del pubblico caloroso, entusiasta e pronto a sostenere i propri cari. Che bella atmosfera che regna sulla Padova Marathon.

L’abbiamo tanto attesa e ormai è arrivata, il 23 aprile si scende in pista, allenati, carichi, con tanta voglia di farcela ma soprattutto di divertirsi. Tanto più che l’evento festeggia un compleanno importante, quello dei 18 anni! E dal 2000, l’anno del suo debutto (lo stesso del Giubileo, in onore del quale è stata organizzata), di cose effettivamente ne sono cambiate, e maturate, diverse.

Partenza e percorso, prima di tutto. Un tempo infatti il via alla gara veniva dato a Vedelago, in provincia di Treviso, con arrivo in Prato della Valle. Oggi invece la maratona prende il via dalla Stadio Euganeo e prosegue lungo un percorso totalmente rinnovato rispetto anche solo allo scorso anno. Si passa per i borghi di Rubano, Selvazzano e Teolo, ci si immerge nei Colli Euganei e si sfila nel centro di Abano Terme per poi rientrare a Padova e attraversare le più belle vie della città: via Vescovado, Piazza Duomo, Piazza dei Signori e Piazza della Frutta, sfiorando il Caffè Pedrocchi, Palazzo del Bo e la Basilica di Sant’Antonio, fino a tagliare l’ambito traguardo in Prato della Valle. Insomma, il maratoneta non è certo un turista, ma correre immersi in tanta bellezza fa piacere a tutti.

Da non dimenticare poi le altre competizioni del 23 aprile, dalla mezza maratona (introdotta nel 2009 in occasione della decima edizione dell’evento), che parte proprio ad Abano Terme e si congiunge con la gara ufficiale nei pressi dello Stadio di Monteortone, alle stracittadine non competitive pensate per coinvolgere gli appassionati di running di ogni età e livello di allenamento dove ognuno può trovare “la sua strada”, alla Maratona Paralimpica.

Da non dimenticare poi la bella iniziativa Charity Program che offre la possibilità a ogni atleta di abbinare il suo nome a un’associazione no profit tra quelle aderenti e correre da Ambasciatore di quella specifica realtà, avviando una colletta online su Rete del Dono in modo da invitare amici, parenti e tifosi tutti a raccogliere fondi in favore dell’ente del cuore.

Amici, parenti e tifosi che troveranno anche modo di divertirsi e trascorrere le ore di attesa presso gli spazi dell’Expo Maratona, circa 2500 mq interamente dedicati allo sport e al benessere, dove non mancheranno però banchi di assaggi di specialità e prodotti del territorio, con un’area dedicata al divertimento dei più piccoli.

Insomma quella che ci aspetta il 23 è una giornata ricca di tutto l’immaginabile: lo sport, prima di tutto, ma anche la bellezza di un territorio e di una città unica, l’allegria e il buon cibo… tutto quanto ci si aspetta insomma da una festa ben riuscita!

COMMENTA L'ARTICOLO

Per lasciare un commento devi essere registrato all'area ALÍ & YOU

ENTRA     REGISTRATI


COMMENTI 0

Nessun commento.