NEWS E VIDEO

condividi

2 gennaio 2018 Nuova vita agli avanzi delle feste

Nuova vita agli avanzi delle feste

Polpette e polpettoni, ma non solo. Anche sughi, ripieni e ottime farciture per panini. Tutto questo e tanto altro si può fare riciclando con un po’ di fantasia quel che resta dalle tavole dei giorni scorsi

Il freezer è il migliore amico di chiunque abbia ospitato amici e parenti per pranzi e cene tra Natale e Capodanno. Sì, perché di avanzi in queste situazioni ce ne sono sempre troppi e se qualcosa può certamente finire nel pranzo di domani, Festa della Befana, la maggior parte dei prodotti e dei piatti che stazionano in frigo non potranno essere mangiati nel breve periodo. Quindi, armiamoci di pazienza e iniziamo a reinventare e soprattutto porzionare, in modo da evitare inutili sprechi.

Sì, perché il segreto del riciclo alimentare è proprio quello di congelare i prodotti non in un blocco unico difficile poi da gestire, ma in tante piccole razioni da utilizzare all’occorrenza. E questa regola vale per tutto (non dimenticate mai però di lasciarvi un appunto sul contenitore circa il prodotto e la data in cui è stato messo via!). A partire da tortellini e cappelletti. Se avete già messo le mani avanti togliendoli dal brodo a fine pasto per farli asciugare, è opportuno che ora li mettiate in freezer, con l’idea, una volta scongelati, di passarli magari al forno con un sugo al pomodoro o di formaggi.

Lo stesso vale per le carni e il pesce: in entrambi i casi possono andare in congelatore divisi in monoporzioni così come sono, in modo da prendere  tempo per elaborare nuove ricette in seguito. Altrimenti possono già essere utilizzati entrambi per farne polpette e polpettoni, in modo tale da riciclare anche il pane ormai raffermo che avremo accumulato. In alternativa, la carne fatta a straccetti è perfetta per riempire i panini che potremmo portare a scuola o al lavoro per il pranzo dei prossimi giorni. Con il pollo, ottima anche l’insalata, nella quale possono fine pure le verdure a pinzimonio avanzate e i sottaceti, o l’insalata russa. Con il pesce è possibile pensare già di realizzare un gustoso sugo, un brodo o la farcitura per una pasta ripiena da preparare con tutta calma in un secondo tempo. Per le verdure cotte non c’è miglior soluzione che una bella torta salata, anch’essa perfettamente a misura di schiscetta… gamella, lunch box, o come volete chiamare il contenitore del pranzo in ufficio!

Passiamo quindi ai dolci. Pandoro e panettone non possono andare in freezer, quindi saremo “costretti” a mangiarne ancora per un po’. Perché non vengano a noia, però, è bene reinventarli con originalità, non solo scaldandone le fette e aggiungendo il classico mascarpone o del gelato per una merenda sostanziosa, ma facendone anche la base di un ottimo tiramisù. Proprio come quello illustrato tra le ricette accomunate dall’hashtag #nonSprecare proposte sul nostro sito, tra le quali non mancano neanche polpette, pasticci, brodi, crocchette… e tanti consigli utili per un riciclo goloso e ricco di fantasia!