NEWS E VIDEO

condividi

31 ottobre 2017 Stress da ora solare: riconoscerlo e superarlo

Stress da ora solare: riconoscerlo e superarlo

Sono passati due giorni da quando le lancette si sono spostate indietro di un’ora e ancora non riuscite a prendere il giusto ritmo? È normale, vediamo insieme come affrontare questo momento.  

Lo scorso week end è tornata l’ora solare: un sollievo per quanti si devono alzare presto la mattina, che finalmente non usciranno di casa con il buio pieno ma potranno iniziare la giornata ammirando l’alba. Meno entusiasti sono quanti, non avendo questo problema, si ritroveranno a vivere giornate sempre più corte fino all’apice del solstizio d’inverno, il prossimo 21 dicembre. Inoltre, superato il piacere di poter dormire un’ora in più nella notte in cui le lancette fanno un salto indietro, non è insolito che subentrino disturbi dell’umore e del sonno, che però non sarà difficile tenere a bada. 

La prima cosa importante è prendere coscienza che se si dovessero presentare proprio in questi giorni una maggiore irritabilità ma anche una particolare stanchezza, se gli orari e i ritmi di sonno e veglia dovessero sballarsi improvvisamente, il problema potrebbe essere proprio legato al cambio dell’ora; fastidi che si possono aggiungere a un generico malessere autunnale dovuto ai cambiamenti di temperatura e alimentazione. Il nostro fisico, infatti, abituato a certi ritmi di vita, può avere bisogno di un po’ di tempo per rimettersi in carreggiata; un cambiamento di orario, e quindi di luce solare durante il giorno, può sembrarci poca cosa, ma per il nostro organismo è un po’ uno sconvolgimento, che può essere vissuto più o meno bene a seconda della sensibilità personale ma anche al periodo della vita nel quale ci troviamo: i più giovani e gli adolescenti, ad esempio, possono risentirne particolarmente, ma è sufficiente vivere un momento di difficoltà personale o di stress lavorativo che anche una piccola modifica della routine quotidiana può accentuare il nostro disagio.  

La luce solare, infatti, ha un’influenza diretta su alcune funzioni fondamentali come l’appetito, il sonno e l’umore, ed esservi più o meno esposti nell’arco della giornata fa una bella differenza. Per questo è importante, in queste giornate ancora accettabili dal punto di vista del clima, cercare di vivere il più possibile all’aria aperta: ne gioverà il nostro umore ma anche il nostro sonno. Che comunque dovremmo cercare di mantenere il più regolare possibile, magari aiutandoci con delle tisane rilassanti, ma anche una semplice camomilla o latte e miele prima di coricarci. Evitiamo quindi bevande eccitanti già dal pomeriggio così come l’alcol, e integriamo invece l’alimentazione con frutta secca ricca di omega 3 e omega 6. E poi potremmo aggiungere qualche minuto di meditazione o leggero esercizio fisico – perfetto lo yoga, ad esempio – alla nostra routine quotidiana. Scopo di tutto questo è farci tornare a dormire regolarmente e in modo soddisfacente per affrontare le giornate al pieno delle nostre forze ed evitare sbalzi d’umore o malinconie eccessive che non ci consentano di godere di questo splendido autunno che, per fortuna, ci sta regalando ancora tante belle giornate da vivere con entusiasmo! 

COMMENTA L'ARTICOLO

Per lasciare un commento devi essere registrato all'area ALÍ & YOU

ENTRA     REGISTRATI


COMMENTI 0

Nessun commento.