NEWS E VIDEO

condividi

9 aprile 2018 Tutti pazzi per Vinitaly

Tutti pazzi per Vinitaly

Il tradizionale appuntamento con le migliori bottiglie d’Italia e del mondo torna dal 15 al 18 aprile. Dal 13 al 16 invece le strade di Verona (e non solo) si riempiono di eventi con Vinitaly & the City

Nel nostro Paese sono stati 648 i milioni di litri di vino venduti lo scorso anno solo nei negozi della grande distribuzione, per un valore complessivo di 2 miliardi di euro. Cifre da capogiro che raccontano di una passione mai sopita per il buon bere e che sono emerse da una ricerca commissionata da Vinitaly, il più grande salone al mondo dedicato al settore del vino e dei distillati, in vista della sua 52a edizione che torna puntuale anche quest’anno a Verona, dal 15 al 18 aprile. L’offerta è come sempre ricca e golosa non solo grazie alla presenza di produttori vinicoli da tutto il mondo ma anche grazie alla concomitanza con Sol&Agrifood, salone internazionale dell’agroalimentare di qualità, alla presenza di chef stellati, alla possibilità di percorsi di degustazione e approfondimento che ne fanno un imperdibile appuntamento di scoperta e formazione.

Se però non siete professionisti del mondo del vino, e quindi non avete accesso al Salone vero e proprio, non disperate perché a tornare quest’anno è anche l’ormai consolidata formula di Vinitaly and the City, il fuori salone ufficiale di Vinitaly, giunto alla 3a edizione.

Così, dal 13 al 16 aprile, il centro storico di Verona torna a risplendere di luci, musica, incontri e ovviamente degustazioni, proponendo quest’anno un ideale viaggio in Italia, che ha come tappe i centri nevralgici della città dove si racconteranno il bello e il buono del nostro Paese. Si parte alla grande all’Arco dei Gavi con brindisi a base di Champagne, swing e jazz, cucina gourmet e street food, per poi raggiungere le Regaste San Zeno dove l’appuntamento è quello letterario con Shakespeare and Wine e l’originale tour teatrale in compagnia di attori, musicisti e guide turistiche alla scoperta di angoli nascosti della città sulle tracce delle opere del Bardo. Si arriva quindi in Piazza San Zeno dove a farla da padrone è l’Emilia Romagna, con i suoi vini, la sua cucina ma anche la sua musica con il liscio dell’Orchestra Casadei in testa. Presso la Fontana dell’Arsenale si respira quindi aria di Sicilia, mentre sul Lungadige San Giorgio protagoniste sono Napoli e la Campania, pasta di Gragnano e pizza fritta incluse. Tra gli spettacoli ricordiamo uno speciale tributo a Pino Daniele. In Piazza delle Erbe sarà bello salire sulla cima della Torre dei Lamberti per una Degustazione in alta quota a cura di Consorzio DOC delle Venezie Pinot grigio, mentre nel Cortile Mercato Vecchio la rassegna Sorsi D’Autore darà a tutti l’opportunità di ascoltare dal vivo la voce e le opinioni di personaggi come lo chef Marco Bianchi, Oscar Farinetti e Gianmarco Tognazzi. Ultima tappa Piazza dei Signori, dove la festa è tutta dedicata al Veneto e alla sua grande tradizione enogastronomica. E se questo è il programma principale, fioriscono anche gli eventi collaterali, come ad esempio la discesa a tappe lungo l’Adige a bordo di un gommone con relative degustazioni, e la Notte Viola di sabato 14 con tutti i negozi aperti fino alle 24 che saranno teatro di eventi speciali dedicati al vino. Ma Vinitaly and the City non è solo Verona: quest’anno la manifestazione anima infatti anche i centri storici di Bardolino, Soave e Valeggio sul Mincio.

Non c’è che l’imbarazzo della scelta! E voi, dove andrete a brindare?  

COMMENTA L'ARTICOLO

Per lasciare un commento devi essere registrato all'area ALÍ & YOU

ENTRA     REGISTRATI


COMMENTI 0

Nessun commento.