NEWS E VIDEO

condividi

21 luglio 2017 Vacanze attive: un’estate a tutto sport

Vacanze attive: un’estate a tutto sport

Con la varietà dei suoi paesaggi e una natura rigogliosa, in questa stagione il Veneto si trasforma in una palestra a cielo aperto per gli appassionati di emozioni forti.

Chi l’ha detto che estate significhi solo lettino, sdraio e ombrellone? C’è infatti chi, per ricaricare le energie e liberare la mente dalle incombenze del quotidiano, sceglie di mettersi alla prova sfidando gli elementi naturali.

A partire dalla terra, o meglio, dalla forza di gravità! Ci sono in Veneto diversi parchi avventura, location perfette per testare il proprio coraggio e le proprie abilità fisiche ma in assoluta sicurezza. Succede ad esempio al Parco Avventura Le Fiorine sui Colli Euganei, che propone cinque percorsi sospesi tra gli alberi diversi a seconda della difficoltà e adatti a un pubblico che va dai bambini agli adulti. L’altezza massima raggiungibile è di 14 metri! In un’area tra le più suggestive del Monte Grappa troviamo invece l’Alpenise, con le sue tre linee di percorso realizzate in un bosco di abeti caratterizzato da una pendenza del 30%. Volendosi spingere ancora oltre, Verona vanta il più grande centro indoor di arrampicata, il King Rock, tra i più grandi d’Europa, dove bambini, adulti, principianti e atleti possono allenarsi divertendosi e prepararsi magari alla scalata delle tante pareti rocciose perfette per il free climbing che la montagna veneta offre, in particolare quelle della valle del Piave.

Secondo elemento da sfidare, l’acqua. Con il canyoning, ad esempio, ovvero quella disciplina che prevede si discenda un torrente a piedi, aggrappati a una fune. La particolare conformazione del territorio del Veneto, ricco di grotte e torrenti, ha favorito la nascita di diversi percorsi, adatti sia ai professionisti sia a chi voglia sperimentare un’emozione forte ma in tutta sicurezza. Succede ad esempio a Romano d’Ezzelino, nei pressi del Monte Grappa, o lungo il torrente Dortiè, a Cortina d’Ampezzo. Davvero emozionante anche il rafting, ovvero la discesa di un corso d’acqua a bordo di un gommone a remi. Uno sport adatto a tutti, a seconda dell’itinerario, che si pratica agevolmente lungo l’Adige e il Brenta.

E cosa vogliamo dire dell’aria? Brividi veri sono quelli provati da chi sfida le nuvole lanciandosi con un deltaplano o parapendio. E la cosa bella è che anche in questo caso non servono particolari prerequisiti, se ci si lancia accompagnati da un pilota abilitato. Basta farsi coraggio, staccare i piedi da terra e lasciarsi guidare dall’esperienza e dal vento. Si vola sopra le Prealpi vicentine, su Asiago e l'Altopiano dei Sette Comuni, in provincia di Belluno, a Feltre, sul Monte Avena, e sul Monte Grappa, nella zona tra Romano d'Ezzelino, Crespano e Borso. Per i più temerari c’è anche la possibilità di fare bungee jumping dal ponte Valgàdena, il punto più alto d’Italia dal quale lanciarsi.

E gli elementi li abbiamo sfidati tutti… tranne il fuoco, certo. Ma con il caldo di quest’anno, la sfida la affrontiamo tutti i giorni! Per saperne di più sulle vacanze attive in Veneto, qui trovate tutte le informazioni.

COMMENTA L'ARTICOLO

Per lasciare un commento devi essere registrato all'area ALÍ & YOU

ENTRA     REGISTRATI


COMMENTI 0

Nessun commento.